Logo certificazione Family Audit          Logo certificazione ISO 14001 ISO 45001

Tu sei qui

Come funziona

Per le utenze domestiche di residenza, la quota fissa e la quota spazzamento sono calcolate esclusivamente in base al numero di componenti del nucleo familiare. La quota spazzamento è diversa in ogni Comune servito, poiché riflette i costi di spazzamento che il Comune stesso sostiene per tale servizio. Per le utenze intestate a persone non residenti o per abitazioni tenute a disposizione, è stata istituita una apposita categoria tariffaria.

Per le utenze non domestiche (attività commerciali, industriali, uffici, bar, ristoranti, ecc.) la quota fissa e la quota spazzamento sono calcolate in base alla superficie dei locali occupati. La quota spazzamento è diversa per ogni Comune servito, poiché riflette i costi di spazzamento che il Comune sostiene per tale servizio. La quota variabile è calcolata utilizzando la tariffa al litro moltiplicata per la volumetria del dispositivo (cassonetto o chiave elettronica) in dotazione. In questo modo si ottiene la tariffa per un singolo svuotamento, che dovrà poi essere applicata a tutti gli svuotamenti eseguiti nel corso dell'anno.

La quota variabile, sia per le utenze domestiche che per le utenze non domestiche, è calcolata utilizzando la tariffa al litro moltiplicata per la volumetria del dispositivo (cassonetto o chiave elettronica) in dotazione. In questo modo si ottiene la tariffa per un singolo svuotamento, che dovrà poi essere applicata a tutti gli svuotamenti eseguiti nel corso dell'anno.

 

ATTENZIONE: i regolamenti comunali prevedono comunque l'addebito di un minimo di litri.